Quando il Lussemburgo dà i numeri …/2

(segue da Quando il Lussemburgo dà i numeri…/1)

La percentuale di bambini (minori di 14 anni) è superiore alla percentuale di anziani (maggiori di 65 anni), il che è una buona cosa.
Senonché, tolti i bambini e gli anziani, succede che non ci sono abbastanza residenti per coprire tutti i posti di lavoro: se infatti è vero che la disoccupazione si attesta sul 5,7 %, è vero anche che il 39 % dei lavoratori viene da oltre frontiera (soprattutto dalla Francia, ma anche da Belgio e Germania)!
143.400 persone che ogni mattina, in macchina treno o autobus, varcano la frontiera per venire a lavorare, e a fine giornata tornano indietro.
Significa treni affollati, traffico sulle autostrade, ristoranti aperti solo a pranzo, e una città che alle 18:00 si svuota …
A chi rimane, dopo aver speso metà del suo reddito familiare in  trasporti, affitto/mutuo, gas, elettricità ecc., non resta a quanto pare che ammazzare il tempo mandando un altro 9 % del suo reddito, è proprio il caso dirlo, in fumo: stando alle statistiche infatti una famiglia spende, in media, in alcolici e tabacchi, più o meno la stessa cifra che spende in alimentazione e bibite non alcoliche! Il dato è tanto più interessante se si pensa  che rispetto all’Italia il cibo costa di più, mentre alcolici e tabacchi costano di meno…

Ma quanto guadagna un lavoratore in Lussemburgo?
Le statistiche, sempre loro, affermano che un adulto mediamente guadagna 2.694 euro al mese, salvo poi dichiarare che il 14,5  % della popolazione è a rischio di povertà: il che lascia intendere che i redditi non siano proprio uniformemente distribuiti… una passeggiata che attraversi tutta la città senza limitarsi alla città alta, ormai trasformata in un centro commerciale di lusso a cielo aperto, confermerà a colpo d’occhio questo dato …
E l’occhio del passante impegnato nell’economico gioco del leche-vitrine non potrà non cogliere le numerose foto del matrimonio dell’erede granducale, ancora esposte in molti negozi.
Sorridenti e felici, i due giovani sposi a fine ottobre si sono giurati amore eterno davanti a Dio e davanti agli uomini… forse non sanno che nel 2011 i matrimoni celebrati in Lussemburgo sono stati 1.714, mentre i divorzi 1.275.

Come dire: uno su quattro ce la fa …
In bocca al lupo, Guillaume e Stephanie!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...