Quanto guadagna un funzionario europeo?

Il funzionario europeo è una sorta di essere mitologico di cui si favoleggiano rendite principesche e benefit di lusso, e che nel 12 per cento dei casi lavora in Lussemburgo, paese altrettanto mitologico… ma quanto guadagna realmente un funzionario europeo?

Proviamo a fare due calcoli (lo statuto dei dipendenti delle istituzioni europee è pubblico e disponibile on-line, ma qualche busta paga di amici funzionari aiuta molto, perché le varianti sono molteplici!)

Lo stipendio netto d’ingresso (già scalate le trattenute per la pensione, l’assicurazione medica e le ritenute fiscali) di un funzionario europeo al livello più basso, single, senza figli, a tempo indeterminato, che prende servizio in Lussemburgo, è attualmente di 2.298 euro, che diventano 2.654 euro grazie all’indennità di espatrio (a cui ha diritto solo se non viveva già in Lussemburgo prima di prendere servizio e non ha la cittadinanza lussemburghese: quindi non ne avete diritto se siete italiani ma abitate già in Lussemburgo, o se abitate altrove ma avete la cittadinanza lussemburghese. Se invece siete italiani di residenza e di cittadinanza, ne avete diritto. Poi dicono che la cittadinanza italiana non paga…).

È un buono stipendio, anche se non prevede tredicesima né liquidazione (non previsti nei contratti delle istituzioni), e anche se va contestualizzato in un paese in cui l’affitto di un monolocale si aggira sui 1.000 euro al mese e il mercato immobiliare viaggia sulle stesse cifre al metro quadro del centro storico di Roma.

Per un agente contrattuale (e gli agenti contrattuali rappresentano ormai una larga fetta del personale all’interno delle istituzioni), però, le cifre appena dette scendono rispettivamente a 1.592 e 2.298 euro mensili. E senza neanche la garanzia del posto a tempo indeterminato.

Sono cifre che spiegano la scarsa presenza nelle istituzioni di lavoratori provenienti da certi paesi, o la difficoltà a trovare personale per certi posti: i posti di segreteria per sempio, dove sono comunque richieste numerose competenze e la padronanza di minimo tre lingue.

E anche il crescere di lavoratori transfrontalieri, gli unici che possono accettare il lavoro senza costringere il coniuge a licenziarsi e senza dover trovare un alloggio in Lussemburgo.

Attenzione: queste cifre valgono solo per il Lussemburgo, perché per ogni sede di lavoro vengono applicati dei coefficienti di correzione in base al costo della vita: se siete italiani e il vostro posto di lavoro come neofunzionari è a Varese allora il vostro salario netto sarà di 2.121 euro mensili, 1.470 se avete un contratto da agenti contrattuali. Però potete fare la spesa usando la vostra lingua madre …

E, ancora, attenzione: queste cifre corrispondono al salario del livello più basso, il cosiddetto AST 1. Ma si può entrare nelle istituzioni europee anche con il grado di AST 3, oppure come AD, amministratori. Allora, immaginandovi single, italiani di residenza e di cittadinanza, vincitori di concorso per un posto di AD 5 (il livello minimo di ingresso per gli amministratori), quindi con diritto all’indennità di espatrio ma senza figli a carico, il vostro salario netto sarebbe di 3.413 euro.

A voi, poi, fare rapidamente carriera…

Se invece, avventurosi e sognatori, avete già dei figli, sappiate che gli assegni familiari sono stati evidentemente pensati a suo tempo da qualcuno che figli ne aveva, e anche se non vi permetteranno di assumere una baby sitter a tempo pieno, o di corrompere la nonna perché vi segua in questa avventura, vi saranno comunque di vero aiuto economicamente parlando (insomma, non sono neanche lontanamente paragonabili agli assegni familiari italiani).

Senza contare, come dimenticarlo, la Scuola Europea.

Insomma, un italiano che venga a lavorare in Lussemburgo con un contratto a tempo indeterminato per le istituzioni europee, se non entra proprio al grado più basso, potremmo dire, usando una parola dal profumo antico, che sarà benestante: non povero, neanche ricco, vivrà bene e con un minimo di attenzione metterà anche da parte qualcosa.

Che è sempre una buona abitudine, oltre a essere molto più facile in un paese dove, quando finisci di lavorare, i negozi sono già chiusi.

(P.S.: ma quanto guadagna invece un funzionario dello stato lussemburghese? un impiegato ‘statale’, come diremmo noi?

Lo stipendio d’ingresso, al grado minimo  — fonctionnaire stagiaire —, per tredici mensilità, è di 2.552 euro: ma la carriera sembra essere veloce e il giornalista dell’Essentiel calcola uno stipendio medio di … 7.116 euro! L’articolo completo, in francese, lo trovate qui, ma non vi fate illusioni: per partecipare ai concorsi dovete essere lussemburghesi e parlare lussemburghese … tutto sommato, è molto più facile trovare un lavoro all’interno delle istituzioni europee!)

Annunci

3 pensieri su “Quanto guadagna un funzionario europeo?

  1. Ho letto con grande interesse questo post sul tuo blog. Sono un itinerante internazionale cronico. Da anni, per lavoro, continuo a partire e tornare da paesi come la Cina, l’indonesia, Russia, Emirati, Spagna, Giappone, USA…etc etc. e parlo correttamente inglese, oltre ad arrangiarmi con lo spagnolo. Mi affascinerebbe provare a candidarmi per una carriera da funzionario europeo, (riuscirci poi sarà tutto da vedersi…!), tra le altre cose ho già prestato servizio per un anno in una organizzazione internazionale, ed il mio percorso universitario era particolarmente orientato in quell’ambito. Al momento oltre ad una laurea ed una abilitazione professionale post-laurea, ed anni di carriera da alle spalle, ho cittadinanza e residenza in italia, il che da quanto racconti nel tuo post, mi permetterebbe forse di beneficiare della indennità di espatrio e degli assegni familiari cui facevi cenno (al momento ho due figli alle elementari)…. Entrando con un livello AD5 e le eventuali indennità ed assegni familiari credi che riuscirei a tenere un buon tenore di vita ed eventualmente mantenere la mia famiglia se dovesse seguire la mia destinazione?. In tal caso mi interessava parecchio il tuo accenno alla Scuola Europea. Sarebbe possibile farvi studiare le mie figlie o i costi sarebbero proibitivi?. Scusa per i tanti quesiti ma, da buon italiano, perdipiù meridionale, trovare una “voce” italiana da un pò di coraggio e speranza. Grazie per la tua gentilezza e spero di avere tue notizie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...