Un noioso weekend a Lussemburgo

M. mi ha scritto per chiedermi se il Lussemburgo è così noioso come si dice. Cioè, non è proprio così che ha formulato la domanda, ma tra me e lei ci siamo capite 🙂 Che poi un po’ è anche colpa mia, che vado in giro a dire che mi annoio dopo le sei. Se […]

“A day without laughter is a day wasted”

Sabato scorso, Live Cinema alla Philharmonie, spettacolo pomeridiano per famiglie. Imperdibile, ci hanno detto, quindi non ce lo perdiamo. La sottoscritta con una scorta di fazzoletti impressionante (basteranno appena) e caramelle per tenere a bada la tosse e acqua per quando inevitabilmente si strozzerà con una delle caramelle e no non puoi bere dalla mia […]

Mamma, ci racconti una favola?

Mamma… Eh… Ci racconti una favola? Ma è tardi, è talmente tardi che tra un po’ i bimbi giapponesi si alzano per andare a scuola! Si ma noi non siamo in Giappone! Dai mamma, una favola sola… Vi leggo un libro…. No Vi canto una canzoncina… No Ma io le favole non me le ricordo! […]

La lunga epoca delle feste invernali

Abbiamo cominciato la penultima settimana di ottobre comprando zucche e cercando cappelli da strega, che Halloween si avvicinava: siamo andati a scuola mascherati da mostri l’ultimo giorno prima delle vacanze, cenato a lume di zucca intagliata, ci siamo cibati di zuppe di rospo e denti di vampiro, nomi sotto cui si celavano le stesse cose […]

Non posso mica cambiare il sottotitolo del blog (ovvero: l’altra faccia della medaglia)

Abbiamo rischiato di partire di nuovo. No, non è vero. Non abbiamo rischiato nulla, in realtà. Ma insomma, io ci ho fantasticato un bel po’. Sulla possibilità di trasferirsi di nuovo. Di ri-ricominciare. Ri-ripartire. Una nuova casa. Di nuovo. Nuove finestre, nuove cose fuori dalle finestre. E’ che ho trovato un annuncio di lavoro a […]

Ma non mi posso far impiantare Google Translate?

Ci sono cose che non cambiano, ovunque tu sia ti capiteranno sempre seguendo una loro infallibile logica: la legge di Murphy. In base alla quale la probabilità che una fetta di pane imburrata cadendo atterri sul lato con il burro è direttamente proporzionale al valore del tappeto che c’è sotto. Pertanto avrei potuto immaginarlo che […]

Malinconia d’aprile

Ma perché voi ‘emigrati’ non fate che raccontare quanto state bene, e però io sento sempre un sottofondo di malinconia nei vostri racconti? Questa era più o meno la domanda che due anni fa mi ha fatto per email un amico. Mail a cui ho sicuramente risposto, ma non ricordo cosa: la chiamano memoria selettiva, […]

La galette des rois

Passata la befana, mangiata la galette des rois, mi pareva brutto lasciar languire le sopravvissutte galettes nelle pasticcerie. Così, con spirito di sacrificio, mentre fuori la neve cadeva, per più di due settimane abbiamo continuato a mangiare torte e assegnare “fèves”, indossare corone di carta e andare a letto piangendo perché non la trovo mai […]

Saint-Nicolas in Lussemburgo/1: Kleeschen, ovvero alla ricerca della tradizione locale

Dopo tre anni, quest’anno ho ceduto : va bene, ho detto, festeggeremo Saint Nicolas. E la mattina del 6 dicembre mi sono presentata in cucina con due pacchettini. Mamma, li ha portati Saint Nicolas? No, ve li regalo io per festeggiare. Ma se non l’ha portato lui, a me il regalo non piace… ha squittito un […]