La deriva ecologica

Quest’inverno mi è presa così, ho deciso di non comprare né usare più shampoo ma di tentare l’autoproduzione. La colpa è del parrucchiere, sempre lui, che nell’ultima seance di restyling del mio look (ché pare brutto parlare di una spuntantina, pare brutto e non giustificherebbe le cifre che mi estorce. È come al ristorante: paghereste […]

La lunga epoca delle feste invernali

Abbiamo cominciato la penultima settimana di ottobre comprando zucche e cercando cappelli da strega, che Halloween si avvicinava: siamo andati a scuola mascherati da mostri l’ultimo giorno prima delle vacanze, cenato a lume di zucca intagliata, ci siamo cibati di zuppe di rospo e denti di vampiro, nomi sotto cui si celavano le stesse cose […]

Ho il blog meteoropatico

Due mesi e mezzi di caldo e sole e poi un bellissimo luminoso e a volte quasi estivo autunno hanno mandato in vacanza questo blog, che a quanto pare è meteoropatico, o forse solo fotosensibile. Fatto sta che avevo, scusatemi, di meglio da fare. Cenare col gelato (non vi interessa, lo so, però da qualche […]

Cose che capitano, anche a ‘Bucoland’ …

Le italiane in Lussemburgo sono molte, decisamente. A occhio, direi che ci sono più italiane in Lussemburgo che mucche pazze, e se non vi fermate al significato letterale delle parole potrebbe anche scapparvi, come a me, un ‘purtroppo’. La maggior parte di loro (delle mamme, dico) la si incontra di persona: all’uscita da scuola, al supermercato, […]

Non posso mica cambiare il sottotitolo del blog (ovvero: l’altra faccia della medaglia)

Abbiamo rischiato di partire di nuovo. No, non è vero. Non abbiamo rischiato nulla, in realtà. Ma insomma, io ci ho fantasticato un bel po’. Sulla possibilità di trasferirsi di nuovo. Di ri-ricominciare. Ri-ripartire. Una nuova casa. Di nuovo. Nuove finestre, nuove cose fuori dalle finestre. E’ che ho trovato un annuncio di lavoro a […]

Ma non mi posso far impiantare Google Translate?

Ci sono cose che non cambiano, ovunque tu sia ti capiteranno sempre seguendo una loro infallibile logica: la legge di Murphy. In base alla quale la probabilità che una fetta di pane imburrata cadendo atterri sul lato con il burro è direttamente proporzionale al valore del tappeto che c’è sotto. Pertanto avrei potuto immaginarlo che […]

Malinconia d’aprile

Ma perché voi ‘emigrati’ non fate che raccontare quanto state bene, e però io sento sempre un sottofondo di malinconia nei vostri racconti? Questa era più o meno la domanda che due anni fa mi ha fatto per email un amico. Mail a cui ho sicuramente risposto, ma non ricordo cosa: la chiamano memoria selettiva, […]

Siamo seri, per favore.

Oggi festa della donna, ricevo da un’insospettabile amica che lavora alla Commissione europea una mail su questo argomento. La festa della donna. Insospettabile, l’amica, non nell’essere amica, ma nel ricordarsi e addirittura propormi di celebrare tale ‘festa’, come inizialmente credo, essendo il contenuto della mail un invito a un vernissage in occasione della giornata internazionale […]

Francesco, dove sei?

Mi manca Francesco. Se sapessi dov’è, lo raggiungerei. Ma mi ha lasciato, senza lasciar detto niente, o forse non me l’hanno voluto riferire, che cambia? Lo immagino a Londra, a fare una folgorante carriera. O forse ha solo trovato un posto migliore in qualche parrucchiere di lusso del centro di Roma. Fatto sta che quando […]

Non solo carnevale.

Ieri sera abbiamo deciso di approfittare del fatto che non faceva troppo freddo e che non pioveva per andare finalmente a vedere il “buergbrennen”: un enorme falò acceso (tradizionalmente dalla coppia più recentemente maritata) per festeggiare… già, per festeggiare cosa? Forse un retaggio del capodanno degli antichi romani, forse una paganeggiante supplica alla divinità per […]